10 aprile 2021

La Puglia si fa bella (e comoda).

Scommette sulla qualità dei servizi offerti per ritrovare il turismo perso col Covid.

“Scenario e prospettive di ripresa della filiera turistica in Puglia”.

L’analisi presentata da Intesa Sanpaolo e SRM, Centro Studi collegato al Gruppo bancario, nel corso di un webinar che ha coinvolto i principali operatori regionali del settore, traccia le linee guida per gestire il cambiamento post Covid.

Dall’analisi emerge che occorre lavorare sulla debolezza data dell’eccessiva stagionalità del turismo balneare, concentrato oggi in gran parte nel periodo giugno-settembre.

Per il direttore generale del Centro studi, Massimo Deandreis, la Puglia ha tutte le caratteristiche per superare questo momento di crisi e ripartire bene appena la pandemia sarà superata.

“Ma il Covid insegna che alcune trasformazioni sono destinate a durare.

Per questo si deve investire anche su digitale, sostenibilità e diversificazione dell’offerta turistica, essenziale per essere più forti domani.

Nel frattempo gli imprenditori locali stanno investendo per ristrutturare le loro strutture.

E’ il caso di complesso di trulli dove vengono installate porte automatiche scorrevoli DITEC Dab 107 nel ricevimento del complesso.

L'installazione è curata da Automatic System Bari, consorziato Aprico e specialista degli ingressi automatici.

Condividi su: