03 novembre 2017

Le nuove porte rapide in alluminio AluFAST e AluRESTART AUTO-RIPARANTE Aprico sono una novità assoluta nel mercato.

Hanno innovative strutture in estrusi di alluminio e per questo garantiscono una durata maggiore rispetto alle tradizionali porte rapide con struttura in metallo.

Vi raccontiamo 10 validi motivi per scegliere le porte rapide Aprico.

1 - La versione AluRESTART ha il sistema con telo autoriparante e zip scorrevoli in guide di polizene in grado di prevenire i danni in caso di urti accidentali. Rientra nelle guide in soli 10 secondi con una rapida manovra di avvolgimento.

2 - L'abbinamento zip e guide garantisce una perfetta tenuta al passaggio di aria, polvere e rumore.

3 - La solida struttura in profili di alluminio estrusi riduce le vibrazioni e migliora l'affidabilità meccanica.

4 - I teli robusti di altissima qualità - con peso di 1100 g/m² - sono disponibili non solo in una ampia gamma di colori standard ma anche nella versione translucente: in grado di far passare luce nell'ambiente, pur mantenendo la riservatezza necessaria

5 - La possibilità di inserire diverse tipologie di finestrature di varie forme e dimensioni - anche nella versione translucente - garantisce una ottima visibilità degli ambienti.

6 - Gli ingombri ridotti delle strutture rendono possibili le installazioni anche in spazi ridotti.

7 - Il design delle porte è innovativo e moderno, grazie ai profili in alluminio.

8 - Sono state progettate per essere montate in poco tempo, ma per durare tutta una vita.

9 - E' possibile averle in 3 diverse tipologie di carter in funzione delle diverse esigenze: senza carter, con carter protettivo e con carter completamente avvolgente

10 - Sono disponibili anche con teli personalizzati e, la versione AluRESTART, con uscita di sicurezza inserita nel telo.

AluFAST e AluRESTART AUTO-RIPARANTE sono automazioni con motore trifase e inverter con tecnologia vettoriale.

Porte rapide in alluminio Aprico: innovative, robuste, durano una vita.

Clicca qui, per leggere maggiori informazioni.

Condividi su: